www.not-usury.com

                           

 

  1

- Richiesta accesso dati alla Procura della Repubblica  il 13 Febbraio 2004

   
  2

- Richiesta del 31 marzo 2004 di visionare ed avere copia di tutti i fascicoli a me intestati

   
  3 - Sollecito per fax del 15 maggio 2004 di visionare ed avere copia dei fascicoli
   
  4

- Sollecito per email del 19 gennaio 2005 a Procura Repubblica e Corte Appello per    informazioni/visione fascicolo relativo alla querela contro il giudice di Pace Pellegrino

   
  5 - Sollecito per email del 1febbraio 2005 a Procura Generale e Corte di Appello visione e copia fascicoli
   
  6 - Sollecito per fax del 1 e 2 febbraio 2005 a Procura Generale e Corte di Appello di visione e copia fascicoli
   
  7 - Nuovo sollecito fatto ridepositando il giorno 9Feb05 alla siga Miceli della Procura Generale della Repubblica di via Cavour, copia della e-mail di sollecito già inviata il 19 gennaio 2005
   
  8 - Sollecito per Fax del 18 Marzo 2005 alla Procura di viale Lavagnini ove sono stato indirizzato dalla Procura Generale
   
 9 - Altro sollecito per Fax del 26 Marzo 2005 alla Procura di Viale Lavagnini di rilasciarmi certificati come parte lesa e /o parte indagata
   
10 - Nuovo sollecito fatto il 31 marzo 2005 personalmente al cancelliere Pizzolla , il quale afferma di non sapere niente delle mie richieste precedenti, per cui mi faccio apporre un timbro e la sua firma a riprova di avere ripresentatato anche a lui medesimo le richieste quel giorno.Devo ritornare tra qualche giorno.
   
11 - Il 7 di aprile ritorno dal cancelliere Pizzolla e mi consegna unicamente il certificato che allego, dal quale non risulta se io sono parte indagata o parte lesa, e dal quale risulta unicamente che il giudice GINTOLI  procede contro ignoti,per furto, ma non specifica nulla con riferimento alla usura . Inoltre questo "certificato"-se si può chiamare così un documento simile che non attesta niente, dopo più di un anno che lo ho richiesto, è firmato dal cancelliere Pizzolla e porta la data del 30 marzo.Per quale motivo il Pizzolla non mi ha consegnato questo documento il 31 marzo quando mi sono recato da lui e lui mi ha detto che non sapeva niente della mia richiesta e mi ha costretto a ritornare dopo una settimana.Lo ha fatto è evidente per ostacolarmi ad ottenere giustizia e favorire la impunità dello operato illegale della banca Cassa di Risparmio di Firenze.