www.not-usury.com

No all' 8% alla chiesa cattolica.

LE MIE ULTIME RICHIESTE  (erano):

Il Bliz della polizia del 5 luglio 2005 per sfrattarmi  in anticipo sulla data preventivata.

Il giorno 17 gennaio 2005 mi era stato lasciato dallo ufficiale giudiziario un bigliettino dove mi si avvisava che lo sfratto dalla abitazione di Via dei Vanni 45 di mia proprietà era rinviato al 16 di luglio 2005.

 Ma dopo che verso la fine di giugno 2005 ho iniziato a pubblicare nel sito www.not-usury.com la reticenza della Procura e della Corte di Appello nel perseguire i reati da me denunciati (contro lo Istituto Diocesano Sostentamento Clero di Firenze, contro la Cassa di Risparmio di Firenze per usura e contro Macciò Lino, iscritto all'Albo del Tribunale), è stato effettuato all'improvviso il giorno 5 luglio 2005 il Bliz dell' ufficiale giudiziario Bernardini della Corte di Appello con la Polizia il giorno 5 luglio 2005, per sfrattarmi dalla abitazione rifiutandosi per oltre due ore di verbalizzare che ero stato riconosciuto invalido civile al 75% impedendomi di ricercare l'originale di questa certificazione, rifiutandosi di guardare nel computer portatile ove la avevo scannerizzata, e rifiutandosi di verbalizzare (Nota 1) che mi opponevo aslla esecuzione dello sfratto per i motivi già denunciati alla Procura ed alla Corte di Appello, e pertanto sino a che non fosse nominato un CTU che con una Perizia Giurata stabilisca:

  

A) - Se la Cassa di Risparmio di Firenze mi abbia applicato o no interessi usurari sul mutuo, sulla riscossione delle tasse e sui conti ;

  

B) - L'effettivo lavoro svolto da Macciò su mio incarico e se la sua stima è stata conforme ai valori reali o mi ha danneggiato, e se esiste un altro bene immobile posseduto dai genitori e di cui mi è stata nascosta la esistenza.

 

C) - Per stabilire il canone che dovevo pagare per il laboratorio di Piazza dei Giuochi 5-6/rosso allo Istituto Diocesano Sostentamento Clero di Firenze, e per la stanza al terzo piano adibita ad abitazione, e dichiarata inabitabile dalla USL. Ciò al fine di stabilire se erano legittime le richieste assillanti di aumento del canone fatte in continuazione dallo Istituto diocesano Sostentamento Clero di Firenze e poi convalidate dalla sentenza del giudice Paparo Domenico, e se erano legittime tutte le successive richieste di denaro conseguenti questa sentenza e con cui mi si è reso la vita impossibile a Firenze molestandomi con la continua promozione di cause con cui mi si richiedevano sempre soldi sempre soldi!

 

 

 

 

 

(Nota 1) - Il trattamento di vera tortura psicologica per indurmi a lasciare all'istante la mia abitazione acquistata con il mutuo, è durata oltre due ore.

 

Ho ripetuo che dovevano portarmi fuori di peso.Sono state fatte sopraggiungere altre volanti della polizia, e credo un ambulanza. All' arriv o degli altri poliziotti, l'ufficiale Bernardini si è fatto meno arrogante, ho potuto cercare con calma il certificato di invalidità e lui ne ha solo in questo momento riportato gli estremi nel foglio che aveva, verbalizzando che lo sfratto veniva rinviato al giorno 28 luglio 2005, e che io acconsentivo a far buttare via il giorno 28 di luglio tutti i mobili delle varie stanze, dicendomi che poi dovevo firmare. Mi sono rifiutato di firmare quanto aveva scritto di prepotenza, diffidandolo dal fare ciò, cioè di buttare via il 28 di luglio tutte le mie cose e di guardare bene i dipinti miei appesi alle pareti e le sculture dislocate nelle varie stanze, perchè se li danneggiava o li rendeva irreperibili , ne avrebbe risposto personalmente.Costui di fronte a queste mie affermazioni, cancellava quanto aveva scritto in merito al consenso- che non avevo dato- di buttare tutto quanto era contenuto in casa, e mi garantiva che il 28 di luglio sarei stato sfrattato dalla abitazione.